Consigliato da: PATRIZIA MAGGIA

Il maestro Enrico Salino ha intrapreso l’attività di restauratore sin da giovanissimo, apprendendo il mestiere presso le botteghe dei più importanti maestri piemontesi e specializzandosi nel restauro ligneo conservativo.
Successivamente ha aperto il suo laboratorio a Biella, dove da anni lavora su commissione per la Soprintendenza, la Curia, fondazioni e altri enti pubblici e privati. Con grande professionalità, continua ad arricchire le sue conoscenze e competenze frequentando corsi di approfondimento e aggiornamento. Per lui il restauro è prima di tutto un’opera etica, che prevede il recupero di un tesoro del passato per renderlo fruibile alle generazioni future, consapevole che il suo intervento rimarrà nel tempo.
Enrico Salino è professore presso il centro studi MAC – Mestieri d’Arte Contemporanei di Biella.

VALUTA ANCHE TU QUESTO ARTIGIANO

recensioni

  • QUALITÀ ARTIGIANALE
  • AUTENTICITÀ e ORIGINALITÀ
  • COMPETENZA E PROFESSIONALITÀ
  • ATMOSFERA E AMBIENTE
Patrizia Maggia Direttore del MAC, Mestieri d'Arte Contemporanei di Biella
Professionalità ed etica del mestiere

È un mestiere affascinante quello del restauratore ligneo, per Enrico Salino riuscire con le proprie mani a donare nuova vita ad oggetti che ...

È un mestiere affascinante quello del restauratore ligneo, per Enrico Salino riuscire con le proprie mani a donare nuova vita ad oggetti che sembravano inevitabilmente perduti, è una soddisfazione difficile da descrivere a parole. Ed è una grossa responsabilità: “oltre alle competenze tecniche, dice Enrico, lavorare su patrimoni antichi, che siano nobili ed eccellenti o nati dalla semplicità della cultura popolare, risveglia sempre una forte volontà di tutelarli per poterli consegnare al futuro nella loro intima perfezione. Una responsabilità che non conosce orari, né stanchezza, condivisa con i collaboratori, per un restauro etico che guarda non solo alla rinnovata fruibilità funzionale ed estetica del manufatto, ma anche al passato che lo ha portato sino a noi, di mano in mano, di vita in vita, con la consapevolezza che questo intervento rimarrà nel tempo".