Cerca:
Cerca solo:
Totale: 22 risultati.

Vibel Design

Via Calatafimi 34 Nichelino - Torino
Vibel nasce nel 1979 a Torino come carpenteria metallica per la produzione di componenti tecnici e meccanici. Negli anni Novanta avvia collaborazioni con scuole, artisti e designer che vedono nelle sue competenze nella lavorazione della lamiera grandi possibilità progettuali. Oggi l'azienda si dedica alla progettazione di opere d'arte, design e architettura: sculture, mobili, complementi d'arredo, sistemi di illuminazione, oggettistica, trofei, targhe e tanto altro. Tecnologie d'avanguardia, come il taglio laser, offrono lavorazioni di base precise e su misura, mentre la grande competenza del team di artigiani permette infinite possibilità di personalizzazione secondo le esigenze del cliente, rendendo unico ogni prodotto. Nel 2005 l'azienda è stata insignita del riconoscimento di “Piemonte Eccellenza Artigiana”.

leggi

Daniela Ronchetti

Via dei Sabelli 165/b Roma - Roma
“La grande officina” è il nome del laboratorio di gioielleria di Daniela Ronchetti, aperto nel 1995 insieme al marito Giancarlo nel quartiere San Lorenzo a Roma. Sempre alla ricerca di nuove contaminazioni, Daniela prende ispirazione dalla natura e dalla meccanica, due mondi apparentemente opposti ma che trovano nelle sue creazioni un punto di incontro. Spesso utilizza componenti riciclati, come microchip e cuscinetti a sfera, e vengono accostati tra loro materiali diversi: dall'oro al legno, dall'argento all'acciaio, dal bronzo alle plastiche e resine. Un laboratorio d'altri tempi, dove le pietre e i metalli inerti prendono vita e ogni gioiello e' un pezzo unico.

leggi

Bottega Orafa Pisa

Via Tosco-Romagnola 2041, località Navacchio Cascina - Pisa
“Trasformare la propria manualità in arte e fare di quest’arte una professione”: con questo desiderio Luigi Citi, artigiano orafo pisano, ha aperto la sua bottega nel 1993. Un'approfondita ricerca è alla base della realizzazione di ogni gioiello, per il quale vengono scelti i materiali più preziosi e applicate lavorazioni di altissimo livello. Nel laboratorio di Navacchio, in provincia di Pisa, l'attenzione per l'innovazione è esaltata dal rispetto per la tradizione: antichi utensili sono affiancati a macchinari di ultima generazione, che permettono anche il recupero o la personalizzazione di vecchi gioielli, oltre che la creazione di nuovi. Tutto è curato nel dettaglio seguendo le specifiche dei clienti, i cui desideri sono interpretati e tradotti in forme, superfici e colori. “Trasformare la propria manualità in arte e fare di quest’arte una professione”: con questo desiderio Luigi Citi, artigiano orafo pisano, ha aperto la sua bottega nel 1993. Un'approfondita ricerca è alla base della realizzazione di ogni gioiello, per il quale vengono scelti i materiali più preziosi e applicate lavorazioni di altissimo livello. Nel laboratorio di Navacchio, in provincia di Pisa, l'attenzione per l'innovazione è esaltata dal rispetto per la tradizione: antichi utensili sono affiancati a macchinari di ultima generazione, che permettono anche il recupero o la personalizzazione di vecchi gioielli, oltre che la creazione di nuovi. Tutto è curato nel dettaglio seguendo le specifiche dei clienti, i cui desideri sono interpretati e tradotti in forme, superfici e colori.

leggi

Lispi&co.

Via della Fornace, Ponticelli Città della Pieve - Perugia
La Lispi&co. è un'azienda artigianale che produce mobili di design in ferro battuto. La famiglia Lispi si dedica all'arte della forgiatura da ben quattro generazioni e le sue produzioni sono esempio di eleganza e qualità. Negli anni Ottanta l'azienda ebbe un grande successo realizzando una collezione di arredamenti per un famoso studio di design danese, Merete Stenbock. Oggi Ulderico Emanuele Lispi, ultimo erede della famiglia, e i suoi collaboratori lavorano nel laboratorio di Città della Pieve, in provincia di Perugia, ma sono sempre pronti a spostarsi ovunque per incontrare i clienti, interpretare con carta e matita le loro esigenze e supportare aziende, progettisti e professionisti del settore dall’idea iniziale fino al prodotto finito. I prodotti sono realizzati in ferro battuto ricercando il massimo grado di qualità e un miglioramento continuo nelle tecniche, nelle finiture e nel design degli oggetti. Negli ultimi anni l'azienda si è approcciata alla forgiatura con una visione più artistica che artigiana, tesa anche al recupero di antichi oggetti in ferro, che nelle Officine Lispi ritrovano nuova vita trasformandosi in pezzi unici di rara bellezza.

leggi

Il Bronzetto

Via Romana 151 r Firenze - Firenze
Il Bronzetto è una bottega artigiana, situata nel cuore di Firenze, attiva dal 1963 nella lavorazione del bronzo, dell'ottone e del rame. Le splendide creazioni sono realizzate su ordinazione o su disegno dei clienti, impiegando tecniche tradizionali con grande perizia. Oltre alle leghe di rame, i prodotti sono impreziositi dall'uso di marmi pregiati e cristalli e dall'applicazione di finiture quali la doratura, la brunitura e la cromatura. Lampade, accessori per il bagno, tavoli, maniglie e lampadari sono venduti in tutto il mondo e molto richiesti per l'arredo di spazi alberghieri, per la loro qualità e per il design classico. Oltre alla produzione, Il Bronzetto si occupa anche di restauro di oggetti antichi, come candelabri settecenteschi e lampade da tavolo in cristallo.

leggi

Carlo Ciccarelli

via Fontana Pasquariello, 10 Isola del Liri - Frosinone
Carlo Ciccarelli inizia giovanissimo la sua attività di fabbro nel 1983, con l'intento di tramandare la tradizione e il fascino di un mestiere antico. Oggi Carlo, con l'aiuto del figlio Francesco, nella sua bottega in provincia di Frosinone realizza articoli di arredamento, oggettistica, sculture e cancelli in ferro battuto unici e di grande qualità, impiegando creatività e competenza, utilizzando metodi di lavorazione tradizionali. Nel 2014 ha ricevuto il Riconoscimento di origine e di qualità nel settore dell'Artigianato artistico e tradizionale dalla Regione Lazio e dalla Camera di Commercio di Frosinone.

leggi

Sotow

Via Santa Marta, 21 Milano - Milano
Paolo Calcagni ha lavorato per anni come regista pubblicitario per grandi marchi nazionali e internazionali, fino a quando non ha scoperto il suo talento per la manifattura artigianale. Sotto il suo marchio Sotow progetta e realizza sedie in tubolare metallico, che interpretano nei colori e nei materiali il mondo dello sport. La collezione offre un'ampia possibilità di personalizzazione e ad essa si abbina anche la gamma di tavoli Slim e i comodini specchiati Tabù, anch'essi in ferro smaltato per uso sia interno che esterno.

leggi

Algranti Lab

Via Guglielmo Pepe 20/28 Milano - Milano
Dal 1997 Costanza Algranti raccoglieva materiali di ogni genere e nel suo laboratorio, nel quartiere Isola a Milano, li trasformava in complementi d'arredo: bancali, grondaie, botti e lamiere diventavano mobili, lampade, specchi e pavimenti. Dopo la sua recente e prematura scomparsa il nipote Pietro ne prosegue il percorso creativo, rimanendo fedele all'idea di “lasciare il materiale più prossimo a come lo si ritrova”. Materiali rovinati e consumati vengono riassemblati in questo laboratorio per dare vita a pezzi unici dal sapore di vissuto. L'irregolarità delle superfici rappresenta originalità e i difetti diventano valore. La produzione è dedicata principalmente alla progettazione su misura di spazi privati e pubblici, offrendo flessibilità e ampie possibilità di personalizzazione. Photo credit: Denise Bonetti

leggi

Bam Design

Via Mughina, 96 Nuoro - Nuoro
A metà dell’Ottocento il ramaio Nicola Bruno si trasferisce dalla Basilicata alla Sardegna, dove il suo mestiere consiste nel produrre e aggiustare oggetti metallici per i paesani della zona. L'attività si tramanda dai padri ai figli, evolvendosi e innovandosi nei decenni, fino ad arrivare nelle mani di Tonino Bruno, che a partire dagli anni '60 affina le tecniche di produzione e della decorazione, svolgendo parallelamente attività didattiche e partecipando a diverse rassegne collettive legate alle arti applicate. Successivamente fonda la Bottega Artigiana Metalli BAM, specializzata nella lavorazione artistica del ferro battuto, del rame, dell’ottone e dell’acciaio. I figli Vittorio e Andrea, laureati rispettivamente al Politecnico di Milano e all’Accademia di Belle Arti di Brera, uniscono le conoscenze e la tradizione della propria famiglia alle loro esperienze nell’ambito artigianato contemporaneo e del design, portando in bottega le competenze necessarie per avviare un innovativo percorso progettuale, sposando la cultura del progetto e rinnovando la comunicazione dell'azienda. La famiglia Bruno ritiene che questa sia l'unica strada possibile per un nuovo artigianato sardo contemporaneo di qualità e, soprattutto, sostenibile. BAM vuole costituirsi come sistema tra le varie competenze artigiane del territorio, facendo rete e collaborando con i maestri di altri settori come il legno, la ceramica, i tessuti, l'intreccio, la pelletteria e il vetro.

leggi

Vocaturi

Via Eusebio Bava, 5 Torino - Torino
Armando Vocaturi ha aperto la sua bottega artigiana nel 1965, specializzandosi nella lavorazione artistica del ferro e di altri metalli. Si è sempre distinto per la grande abilità tecnica e per il suo raffinato gusto estetico che lo hanno portato a collaborare con importanti committenze e con il celebre antiquario Pietro Accorsi. Oggi l'attività produttiva è portata avanti dal figlio Enrico e consiste nella creazione di lampadari, lampioni da esterno e interno, tavoli e sedie. Inoltre, vengono effettuati lavori di restauro e di riproduzione di oggetti antichi. Tra le opere più importanti della bottega vi è il progetto d'illuminazione del Teatro di Casale Monferrato, i lampadari della sede della Fondazione CRT di Torino e il grande telescopio eseguito per la Fedra recitata al Teatro Carignano con la regia di Luca Ronconi.

leggi

Bottega Gadda

Via Gentilino 6 Milano - Milano
Carlo Gadda fonda la sua bottega nel 1970 con l'intento di unire la sua passione artigianale con il mondo del design, in pieno fermento in quegli anni. Inizia lavorando e sperimentando con metalli e pietre preziose per poi focalizzarsi su complementi d’arredo a tema naturalistico in ottone, rame, peltro e bronzo. L’attività prosegue grazie al figlio Silvio Gadda e successivamente con Claudio Giannuzzi, da anni fidato apprendista. Nel corso del tempo Bottega Gadda esplora nuove tecniche di produzione di lampade con continue innovazioni nella creatività illuminotecnica e le sue opere registrano comparse perfino nei set hollywoodiani. Si susseguono negli anni prestigiose collaborazioni con architetti e designer di livello internazionale e la filosofia artistica si unisce alle esigenze e ai desideri più attuali. Ad oggi, inoltre, realizza prodotti di illuminazione su commessa per locali, strutture turistiche, istituzioni pubbliche e private. Photo credit: Dario Garofalo

leggi

Gianluca Pacchioni

Via Druso, 2 Milano - Milano
Nato a Milano nel 1966, dopo la laurea in Economia e Commercio alla Bocconi si trasferisce a vivere a Parigi. Qui, nel corso degli anni ’90, scopre la passione per la scultura dei metalli, che sperimenta da autodidatta. Le sperimentazioni sfociano nella prima collezione di mobili-scultura in ferro presentata dalla galleria Vivendi. Nel 1997 decide di tornare a Milano attratto dalla genialità italiana, della flessibilità e della fantasia dei nostri artigiani e apre il suo atelier in una fabbrica degli anni '30. In questi anni di grande creatività continuano le collaborazioni internazionali e le sue opere girano il mondo, vengono comprate da collezionisti privati, installate in parchi e giardini e in hotel di lusso. Nel 2014 arriva la grande soddisfazione di essere selezionato dall’Ambasciata Italiana in Francia per rappresentare l’eccellenza dei mestieri d’arte italiani. Da allora, una scultura monumentale in acciaio inox è in esposizione permanente all’ingresso d’onore della nostra Ambasciata a Parigi. Nel suo laboratorio plasma una gran varietà di metalli: dal ferro all’acciaio inox, al bronzo, all’ottone, all’alluminio, perseverando nella sua attività di ricerca nell'innovazione di tecniche di fusione, forgiatura e decorazione. La sua abitazione-atelier è una splendida galleria di arredi, da lui stesso creati, dal forte impatto visivo.

leggi

Bianca Bassi

Via Galeazzo Alessi, 13 Milano - Milano
La bottega di Bianca Bassi si trova nel cuore della Vecchia Milano vicino alla Darsena. Qui svolge la sua attività di lavorazione artistica del vetro, realizzando vetrate in stile classico e moderno. Dopo un inizio di carriera nel settore grafico-pubblicitario, si è appassionata alla decorazione artistica, specializzandosi nella pittura su vetro a fuoco con smalti e grisaglie. Realizza opere in vetrofusione e tecnica Tiffany. Ultimamente, sperimenta il riciclo del vetro per creare oggetti che rivivono in altre forme e utilizzi. Inoltre, esegue restauri di vetrate d’epoca e antiche con interventi pittorici. Un'esperienza ventennale e la conoscenza della pittura e della fusione, le hanno permesso di ottenere un'originale tecnica del tutto personale per rappresentare il mondo del vetro. Oltre all'attività produttiva, tiene corsi per insegnare questa antichissima arte.

leggi

Pilgiò

Via Caminadella, 6 Milano - Milano
Antonio Piluso, calabrese di nascita ma milanese d'adozione, apre il suo laboratorio nel 1982 e, due anni dopo, fonda il marchio Pilgiò. Il suo lavoro si basa su una materia considerata non come elemento inerte ma mutevole che sprigiona energia. Tutti i suoi monili, così come pure le sculture in legno d’ulivo, sembrano nascere dalla mano come quelle figure che, tracciate distrattamente sulla carta, d’improvviso si rivelano incantevoli. Ormai da decenni Antonio esercita la sua sorprendente forza creativa per dar vita a gioielli unici, frutto di un'incessante attività di ricerca e sperimentazione che portano la materia ai suoi limiti naturali e a innovazioni nelle tecniche impiegate. Gioielli barbari, arte orientale, combinazioni materiche, elementi della natura e ricordi personali sono spunti d'ispirazione e concetti di partenza per la progettazione di soluzioni inedite. Il vigore espressivo e l’originalità di queste opere consentono a Pilgiò di essere oggi conosciuto a livello internazionale.

leggi

La Fucina di Efesto

Via Arrivabene, 24 Milano - Milano
La Fucina di Efesto nasce nel 1997 nel quartiere Bovisa, fervente polo universitario del Politecnico di Milano, tra le antiche mura di una stalla appartenuta all'Ordine dei Benedettini e risalente al 1624. Oggi questo posto è crocevia di tradizione, di tecniche innovative e di creatività, dove ideazione e realizzazione delle opere si sviluppano in uno spazio organizzato, in cui ogni strumento di lavoro esprime una capacità del fare quasi dimenticata. All'interno de La fucina di Efesto, la scultura metallica si configura come l'attività di ricerca per dare forma visibile e tangibile alla conoscenza della materia (il ferro in primis) e ai suoi principi di trasformazione. Alessandro Rametta, Nicolò Mulazzani e Andrea Capriotti realizzano collezioni all'insegna di artigianalità e progetto trasferendo anche generosamente il loro saper fare alle nuove generazioni.

leggi

Antonino Sciortino

via Savona, 97 Milano - Milano
In un cortile di un’ex area industriale di Milano si trova il laboratorio di Antonino Sciortino, un’artigiano-artista dall’animo eclettico che ha saputo reinterpretare in chiave del tutto inedita l'antica arte del ferro. Nato a Bagheria, in Sicilia, a otto anni inizia a imparare il mestiere di fabbro nella bottega del fratello ma apre il suo laboratorio a Milano solo verso i 40 anni, dopo una carriera da ballerino professionista. Le sue creazioni scaturiscono proprio da quell’insolito connubio artistico e dall'impiego del filo “cotto”, una tipologia particolare di ferro più plasmabile che talvolta assume sembianze plastiche o lignee, che permette realizzazioni di linee morbide e dinamiche e di ombre “danzanti”. Le opere di Antonino sono versatili e duttili, si prestano a più funzioni e sistemazioni. Vengono realizzate di getto e poi rielaborate fino a soddisfarne la fantasia creativa. Lui le definisce come una sorta di “barocco minimale”; una contraddizione solo apparente perché, come ama dire, “se conosci la regola puoi fare l’eccezione”. Sciortino crea anche oggetti d’arredo o di design ricevendo commissioni specifiche o soddisfacendo ospiti che visitano il suo studio e si innamorano dei prodotti esposti, acquistandoli per arredare casa.

leggi

GLab

Via Pietro Giannone, 4 Milano - Milano
A Milano Davide Grosso produce con il marchio GLab una collezione di arredi da lui realizzati su disegno con lamiera di ferro, ossidata e patinata. Personalizzati ma ripetibili. L’originalità delle creazioni di Davide Grosso, protagonista di un artigianato d’eccellenza, figlio ed erede della migliore tradizione italiana, parte dalla conoscenza della materia, il ferro, e della storia del mobile, in particolare italiano e francese. Ai materiali ferrosi, addomesticati da macchine laser a controllo numerico, nate per la produzione seriale di pezzi per l’indotto dell’auto, nella collezione di Davide si unisce l'applicazione di tecniche artistiche storicamente attestate, quali la laccatura veneta settecentesca e la doratura a guazzo, che sono da anni nel DNA di Davide, nato restauratore.

leggi

Grassi

Via Piranesi 39 Milano - Milano
Alessandro Grassi è l'erede di tre generazioni di maestri vetrai. L'attività ha inizio alla fine dell'800 con il nonno Alessandro, che apprese quest'arte in Francia in un atelier specializzato nel restauro delle vetrate della Cattedrale di Chartres. Oggi nel laboratorio milanese di Via Piranesi 39a vengono realizzate vetrate legate a piombo secondo l'antica tradizione vetraria francese, con vetri colorati in pasta di primissima qualità, legate a piombo, saldate a stagno, dipinte a grisaille e cotte a gran fuoco. La vetreria riceve commissioni da tutto il mondo sia di vetrate sacre che di vetrate d'arredamento. Oltre alla produzione artigianale, il laboratorio è molto attento agli aspetti di trasmissione del sapere ospitando corsi sulle tecniche vetrarie. Photo credit: Dario Garofalo

leggi

De Vecchi 1935

Via Santo Spirito 14 Milano - Milano
Il laboratorio argentiero Atelier De Vecchi è stato fondato nel 1935 da Piero De Vecchi, creatore del celebre candeliere sinuoso in metallo argentato “T8”. Le opere di questo maestro del design contemporaneo, tra i partecipanti del movimento futurista, sono esposte in musei quali il V&A di Londra, il Moma di New York, il Musée des Arts Décoratifs di Parigi. Recentemente l’azienda è stata rilevata da Carlo Traglio, proprietario di Vhernier, mantenendo intatto tutto il know-how artigianale. Photo credit: Dario Garofalo

leggi

Romeo Miracoli

Via Burigozzo 3 Milano - Milano
L'Argenteria Miracoli porta il titolo di Bottega Storica e Negozio Storico di Milano. Questa antica tradizione di famiglia inizia con il nonno Romeo nel 1912 e continua oggi con Roberto e suo figlio Renato. Ogni pezzo viene ideato, creato, tornito e lucidato a mano nel laboratorio. Sui tavoli e nelle vetrine originali di inizio Novecento servizi da tè e caffè, candelieri, salsiere, zuppiere, cornici, vassoi e posate, in tutti gli stili. Vero fiore all'occhiello della bottega è la produzione di animali in argento smaltato, realizzata con straordinaria minuzia e creatività.

leggi