Consigliato da: STEFANIA MONTANI

La gipsoteca Fumagalli & Dossi ha una storia antica e illustre. Nel 1927, alla chiusura della famosa gipsoteca Vallardi, due formatori milanesi, Gariboldi e Bertolazzi, già dipendenti della ditta, acquisiscono parte della vasta collezione di calchi, costituendo così una propria gipsoteca. Da allora la bottega di Viale Montello 4 a Milano ha attraversato il secolo, passando dai due fondatori ai rispettivi figli e quindi agli allievi di questi cresciuti in bottega, Agostino Fumagalli e Mario Dossi. I due soci vengono successivamente affiancati da Roberto Fumagalli.
Oggi Fumagalli & Dossi fornisce calchi in gesso per le scuole a indirizzo artistico su tutto il territorio nazionale e nei suoi laboratori di Milano e Mezzago si eseguono, oltre alla modellatura e alla formatura, anche la finitura dei calchi, i calchi sul vero e il restauro. Il laboratorio è specializzato inoltre nella relizzazione di fregi ed elementi decorativi.

VALUTA ANCHE TU QUESTO ARTIGIANO
recensioni
  • QUALITÀ ARTIGIANALE
  • AUTENTICITÀ e ORIGINALITÀ
  • COMPETENZA E PROFESSIONALITÀ
  • ATMOSFERA E AMBIENTE
stefania-montani-profile
Stefania Montani Giornalista
Gessi meravigliosi

Un’atmosfera magica, sospesa nel tempo e nello spazio: è la sensazione che si prova affacciandosi alla gipsoteca Fumagalli e Dossi dove vengono ...

Un’atmosfera magica, sospesa nel tempo e nello spazio: è la sensazione che si prova affacciandosi alla gipsoteca Fumagalli e Dossi dove vengono realizzati meravigliosi calchi in gesso dall’epoca greca all’Ottocento. Complici il leggero pulviscolo della lavorazione e le patine messe a punto da Mario Dossi e Roberto Fumagalli. Sensazionali le teste del Canova, i cavalli del fregio del Partenone, il David di Michelangelo.

marica magni luglio 2017
Portarsi a casa un pezzo di antichità? Qui si può.

A pochi passi dalle nuove architetture di Porta Nuova, nel cortile di una vecchia casa di ringhiera ancora sorprendentemente intatta, si può ...

A pochi passi dalle nuove architetture di Porta Nuova, nel cortile di una vecchia casa di ringhiera ancora sorprendentemente intatta, si può sperimentare l'incontro ravvicinato con la bellezza antica: la Nike di Samotracia, il torso del Laocoonte, la testa del David di Michelangelo e decine e decine di altre statue, busti, fregi, rilievi sapientemente riprodotti in gesso. Tra tante meraviglie è difficile scegliere quale potarsi a casa, per dare un tocco di eleganza intellettuale a un angolo del soggiorno o del terrazzo... Un luogo di grande suggestione, dove si torna indietro nel tempo, ascoltando le parole e osservando i gesti silenziosi e sapienti del formatore titolare del laboratorio.

armando torri febbraio 2017
Tutto in un UNICO luogo

Nonostante la noiosa e continua apertura di locali commerciali dedicati al food e a prodotti di basso livello resiste in un suggestivo cortile della ...

Nonostante la noiosa e continua apertura di locali commerciali dedicati al food e a prodotti di basso livello resiste in un suggestivo cortile della vecchia Milano un laboratorio/bottega di alto livello, un luogo dove il tempo ha arrestato la sua corsa frenetica all'innovazione per regalarci uno scorcio su un mondo e una cultura secolare che purtroppo stiamo perdendo, l'artigianato. Consiglio a tutti una visita a questa bottega "magica" dove potrete ritrovare le riproduzioni perfette dei più importanti capolavori scultorei dell'arte, dalla Grecia antica al neoclassicismo canoviano. Potrete vedere Atena che dialoga serenamente con Lorenzo de Medici, Menelao che fa la corte a Paolina Borghese, verrete rapiti da questi cortocircuiti della storia ma sopratutto verrete incantati dai racconti del "padre" di queste opere, lo vedrete lavorare i calchi sotto i vostri occhi, vi spieghera' tutto l'antico processo di realizzazione che necessita un calco e vi regalerà un incredibile esperienza, non virtuale, nella storia del nostro artigianato. Andate tutti a far visita a questa bottega storica, e a tutte le botteghe storiche, di uscire dai soliti circuiti di musei, mostre e performance per dedicare un pó di tempo a coloro che mantengono viva la tradizione e la cultura della nostra città e del nostro paese.