Cerca:
Cerca solo:
Totale: 12 risultati.

Castorina

Via S. Spirito, 15/R Firenze - Firenze
Nel cuore di Oltrarno a Firenze esiste una bottega storica del legno, nata nel 1985, dove vengono creati oggetti e decorazioni interamente a mano, ispirandosi ai criteri di bellezza artistica tramandati dai maestri del passato. Grazie al suo campionario di oltre 5000 articoli in legno naturale e alle ampie possibilità di personalizzazione, Castorina rappresenta un punto di riferimento per progettisti, restauratori e appassionati da tutto il mondo, nonché una realtà d'eccellenza nel panorama fiorentino. Complementi d'arredo in stile, numerose varietà di cornici, fregi, sculture e una gran quantità di articoli di oggettistica sono esposti nel negozio, oltre a materie prime, componenti e accessori per restauratori e hobbisti. La passione e la profonda conoscenza del legno permettono a questi artigiani di eseguire qualsiasi lavorazione, impiegando tecniche antiche e pregevoli finiture.

leggi

Il Bronzetto

Via Romana 151 r Firenze - Firenze
Il Bronzetto è una bottega artigiana, situata nel cuore di Firenze, attiva dal 1963 nella lavorazione del bronzo, dell'ottone e del rame. Le splendide creazioni sono realizzate su ordinazione o su disegno dei clienti, impiegando tecniche tradizionali con grande perizia. Oltre alle leghe di rame, i prodotti sono impreziositi dall'uso di marmi pregiati e cristalli e dall'applicazione di finiture quali la doratura, la brunitura e la cromatura. Lampade, accessori per il bagno, tavoli, maniglie e lampadari sono venduti in tutto il mondo e molto richiesti per l'arredo di spazi alberghieri, per la loro qualità e per il design classico. Oltre alla produzione, Il Bronzetto si occupa anche di restauro di oggetti antichi, come candelabri settecenteschi e lampade da tavolo in cristallo.

leggi

Peppino Campanella

via Conversano, 9 Bari - Bari
Nato nel magnifico borgo marittimo di Polignano a Mare, in provincia di Bari, Peppino Campanella si trasferisce a Firenze dove si laurea in Architettura nel 1988. Tornato al suo paese d'origine, inizia quasi per gioco a realizzare lampade assemblando pietre, conchiglie, metalli e frammenti di vetro. Quest'ultimo materiale ispira particolarmente la sua creatività, portandolo a sperimentare e a ricercare effetti luminescenti di forte impatto visivo. Le sue lampade, infatti, non sono fatte per illuminare ma per decorare e creare atmosfera, evocando attraverso il vetro i colori del mare, del cielo, dell'aurora e del tramonto. Nel suo laboratorio di Polignano affacciato sul mare, oltre alle sue creazioni, espone opere e complementi d'arredo di altri artisti, trasformando lo spazio produttivo in una vera e propria wunderkammer. Lontano dalla critica e dal mercato dell’arte, Peppino Campanella deve la sua fama unicamente alla passione per il proprio lavoro e a una tenace autopromozione. Le sue lampade hanno fatto il giro del mondo, sono esposte presso le mostre più esclusive e sono apparse in numerose opere teatrali e film italiani.

leggi

Bam Design

Via Mughina, 96 Nuoro - Nuoro
A metà dell’Ottocento il ramaio Nicola Bruno si trasferisce dalla Basilicata alla Sardegna, dove il suo mestiere consiste nel produrre e aggiustare oggetti metallici per i paesani della zona. L'attività si tramanda dai padri ai figli, evolvendosi e innovandosi nei decenni, fino ad arrivare nelle mani di Tonino Bruno, che a partire dagli anni '60 affina le tecniche di produzione e della decorazione, svolgendo parallelamente attività didattiche e partecipando a diverse rassegne collettive legate alle arti applicate. Successivamente fonda la Bottega Artigiana Metalli BAM, specializzata nella lavorazione artistica del ferro battuto, del rame, dell’ottone e dell’acciaio. I figli Vittorio e Andrea, laureati rispettivamente al Politecnico di Milano e all’Accademia di Belle Arti di Brera, uniscono le conoscenze e la tradizione della propria famiglia alle loro esperienze nell’ambito artigianato contemporaneo e del design, portando in bottega le competenze necessarie per avviare un innovativo percorso progettuale, sposando la cultura del progetto e rinnovando la comunicazione dell'azienda. La famiglia Bruno ritiene che questa sia l'unica strada possibile per un nuovo artigianato sardo contemporaneo di qualità e, soprattutto, sostenibile. BAM vuole costituirsi come sistema tra le varie competenze artigiane del territorio, facendo rete e collaborando con i maestri di altri settori come il legno, la ceramica, i tessuti, l'intreccio, la pelletteria e il vetro.

leggi

Vocaturi

Via Eusebio Bava, 5 Torino - Torino
Armando Vocaturi ha aperto la sua bottega artigiana nel 1965, specializzandosi nella lavorazione artistica del ferro e di altri metalli. Si è sempre distinto per la grande abilità tecnica e per il suo raffinato gusto estetico che lo hanno portato a collaborare con importanti committenze e con il celebre antiquario Pietro Accorsi. Oggi l'attività produttiva è portata avanti dal figlio Enrico e consiste nella creazione di lampadari, lampioni da esterno e interno, tavoli e sedie. Inoltre, vengono effettuati lavori di restauro e di riproduzione di oggetti antichi. Tra le opere più importanti della bottega vi è il progetto d'illuminazione del Teatro di Casale Monferrato, i lampadari della sede della Fondazione CRT di Torino e il grande telescopio eseguito per la Fedra recitata al Teatro Carignano con la regia di Luca Ronconi.

leggi

Bottega Gadda

Via Gentilino 6 Milano - Milano
Carlo Gadda fonda la sua bottega nel 1970 con l'intento di unire la sua passione artigianale con il mondo del design, in pieno fermento in quegli anni. Inizia lavorando e sperimentando con metalli e pietre preziose per poi focalizzarsi su complementi d’arredo a tema naturalistico in ottone, rame, peltro e bronzo. L’attività prosegue grazie al figlio Silvio Gadda e successivamente con Claudio Giannuzzi, da anni fidato apprendista. Nel corso del tempo Bottega Gadda esplora nuove tecniche di produzione di lampade con continue innovazioni nella creatività illuminotecnica e le sue opere registrano comparse perfino nei set hollywoodiani. Si susseguono negli anni prestigiose collaborazioni con architetti e designer di livello internazionale e la filosofia artistica si unisce alle esigenze e ai desideri più attuali. Ad oggi, inoltre, realizza prodotti di illuminazione su commessa per locali, strutture turistiche, istituzioni pubbliche e private. Photo credit: Dario Garofalo

leggi

Alessandro Fiorentino Collection

Via San Nicola, 28 Sorrento - Napoli
Il Palazzo Pomarici Santomasi di Sorrento ospita sia l'attività produttiva dell'Alessandro Fiorentino Collection (Design&Tarsia) sia la sede del Museo bottega della Tarsia Lignea aperto nel 1999, dopo il restauro dell'edificio ad opera dell'architetto Fiorentino, con lo scopo di conservare e promuovere una tradizione artigianale così importante. Al suo interno, infatti, alle esposizioni si affianca la realizzazione di oggettistica museale, allestimenti d’interni e lavori di tarsia contemporanea, progettati e installati interamente su misura. Il progetto Alessandro Fiorentino Collection si sviluppa anche in ambito formativo, organizzando laboratori didattici su prenotazione, e nella conservazione e restauro di opere di particolare interesse. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi

Seguso Vetri d'Arte

Campiello San Maffio 1, Murano Venezia - Venezia
La famiglia Seguso di Murano tramanda con passione la sua tradizione artigiana da ben 23 generazioni, dal 1397. I loro vetri soffiati, autentiche opere d'arte, sono famosi in tutto il mondo e da secoli abbelliscono prestigiosi alberghi, teatri, il Vaticano, palazzi reali, case di nobili e di appassionati. Oggi questo brand continua a distinguersi grazie alla sua preziosa collezione di oggetti d'arredamento, progetti d'illuminazione e commissioni per clienti prestigiosi, come i grandi marchi del lusso nel settore alberghiero e della moda. Questi capolavori fanno inoltre parte delle collezioni di 75 importanti musei, tra cui il Victoria & Albert di Londra e il MoMA di New York. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi

Sassi in miniatura

Via Fiorentini, 82 Matera - Matera
Ammirare il magnifico panorama dei Sassi di Matera è un'esperienza unica per qualsiasi turista. La bottega aperta negli anni '90 dal Maestro Eustachio Rizzi offre la possibilità di portarne a casa un ricordo, attraverso le miniature realizzate in tufo nel centro storico della città. Nel laboratorio si producono anche lampade e altri oggetti artigianali che vanno dai portapenne ai fermalibri, tutto lavorato a mano secondo gli insegnamenti del Maestro Rizzi. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi

NasonMoretti

Calle Dietro Gli Orti, 12 - Murano Venezia - Venezia
Le radici storiche della NasonMoretti risalgono al 1923, quando con grande inventiva la vetreria muranese si affaccia sul mondo della produzione artigianale di complementi da tavola di qualità. A metà del Novecento il suo prestigio si diffonde a livello internazionale, tanto da farle meritare nel 1955 l'ambito Premio Compasso d'Oro con le coppette “Lidia”. I prodotti in gara sono un’idea di Umberto Nason, che con un’intuizione formidabile decide di applicare la tecnica del vetro incamiciato invertito (interno colorato ed esterno bianco latte) su forme dal design lineare. La ricerca sul colore è una caratteristica peculiare dell’azienda fin dalla sua fondazione: la sua produzione vanta ben 22 tonalità di verde e 8 di blu. Gli anni '60 vedono, con la seconda generazione della famiglia, il massimo sviluppo dell’azienda, che mantiene la caratteristica vocazione alla sperimentazione; dagli anni '90, con la terza generazione, l’attività si concentra su nuove collezioni molto orientate al design. I prodotti NasonMoretti sono presenti al MOMA di New York, al Corning Museum of Glass di Corning (NY) e al Kunstmuseum di Dusseldorf. Importanti le collaborazioni con brand, designer e nomi del mondo della moda, della gioielleria e del lusso, da Valentino ad Armani, da Bottega Veneta a Hermés a Tiffany.

leggi

Mazzanti Piume

Via Reginaldo Giuliani, 144/int Firenze - Firenze
Da oltre 80 anni l'azienda Mazzanti Piume realizza fiori artificiali e fantasie in piume, nel rispetto della più stretta tradizione artigianale che si tramanda ormai da tre generazioni. Nel 1935 nonna Natalina Acciai apre la bottega a Firenze insieme al marito Lelio Mazzanti. Diminuita la domanda di cappelli da signora, negli anni '60 il figlio Maurizio si concentra sulla produzione di boa in piume, collaborando con il Moulin Rouge e il Lidò, ma anche con maison di haute-couture internazionali, portando avanti in parallelo la produzione di pennacchi militari. Nel 1997 Duccio Mazzanti, figlio di Maurizio, si incarica di dare una nuova veste alla ditta, focalizzando la produzione sull'alta moda. Nel 2005 crea il brand Nanà Firenze (dal nome della nonna), espressione dell’esperienza e della creatività della ditta Mazzanti, declinata nella modisteria. Realizza quindi cerchietti e acconciature in piuma e seta, vere e proprie opere d’arte in miniatura. Duccio prosegue anche le altre attività da sempre legate alla bottega: il restauro, la tintura ad hoc delle piume, la realizzazione di applique per spettacoli teatrali e costumi per il cinema, per le sfilate storiche e carnevalesche, e così via. Tutto viene naturalmente realizzato a mano, in maniera artigianale. Per Duccio le piume sono un elemento assolutamente magico e affascinante, espressione di leggerezza, morbidezza, sensualità femminile.

leggi

Ambrogio Carati

Via Cesare da Sesto 1 Milano - Milano
La bottega di Ambrogio Carati si occupa da quattro generazioni della realizzazione di complementi d’arredo in ottone e bronzo. In questa realtà fondata nel 1894 dal nonno di Ambrogio, lavorano oggi anche i figli di quest'ultimo, Ernesto e Francesco. Con passione e professionalità nel laboratorio si eseguono rifiniture a lucido, dorature, cromature, restauro e realizzazione di oggetti su misura. Photo credit: Dario Garofalo

leggi