Cerca:
Cerca solo:
Totale: 27 risultati.

I'M - Italian Mosaic

Via Martiri della Libertà 468 Sanremo - Imperia
Elisa Lonetti e Roberto Hamed sono due giovani artigiani, che dopo il diploma presso la Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo hanno deciso di aprire il loro studio I'm – Italian Mosaic a Sanremo. Grazie all'altissima preparazione tecnica acquisita, realizzano opere d'arte classiche e moderne, rivestimenti e complementi d'arredo originali con abilità, sensibilità estetica e passione. Il loro obiettivo è di recuperare l'antica tradizione del mosaico per reinterpretarla in chiave contemporanea, talvolta sperimentando e fondendo materiali tradizionali con quelli più inusuali, che trovano nel mosaico un nuovo senso. Elisa e Roberto seguono il cliente in ogni fase del progetto, instaurando un dialogo creativo. Ogni prodotto è accompagnato da un certificato che ne attesta l'autentica artigianalità.

leggi

Fornace Brioni

Via Ronchi 77 Gonzaga - Mantova
Nel 1926 la famiglia Brioni acquisì la proprietà dello storico “Fornacione” di Gonzaga, in provincia di Mantova, per avviare una manifattura di elementi in cotto. Dopo quasi un secolo di attività, oggi la Fornace Brioni è in mano ad Alessio e Alberto Brioni, eredi di quarta generazione. Oltre alle ristrutturazioni di pavimenti storici, i due fratelli si sono specializzati nella realizzazione di numerose versioni di cotto: da quello omogeneo a quello variegato o smaltato, dai tradizionali rosati fino alle versioni in grigio e in nero di gusto contemporaneo. L’esperienza e il rispetto dei metodi tradizionali di lavorazione assicurano prodotti con alti standard qualitativi e di finitura. Versatilità e ampia possibilità di personalizzazione consentono a Fornace Brioni di soddisfare le richieste di ogni cliente. Spinti dalla naturale propensione all'innovazione, i fratelli Brioni hanno avviato nel 2017 un importante processo evolutivo all'interno dell'azienda, affidando all'architetto Cristina Celestino la direzione creativa del marchio.

leggi

Bottega Vestita

Via Santa Sofia 23 Grottaglie - Taranto
Casa Vestita si trova a Grottaglie, storico distretto artigianale in provincia di Taranto, ed è considerata una location d'eccellenza nella zona per il suo splendido giardino ottocentesco e per gli splendidi oggetti esposti. La famiglia Vestita è rappresentata oggi da tre fratelli, che tramandano l'antica tradizione della ceramica: Carmelo modella l'argilla, Mimmo decora i manufatti e Antonio, ingegnere, collabora alla realizzazione di progetti più complessi. Nella loro bottega in via Santa Sofia realizzano pezzi unici dai colori splendenti, che recuperano forme tipiche del territorio e le rinnovano per adattarsi al gusto contemporaneo. Come il pumo, portafortuna tipico di Grottaglie che è possibile trovare sui balconi delle dimore storiche e moderne della città: un bocciolo decorato con foglie d’acanto simbolo della primavera e della rinascita della natura. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi

Nicolò Morales

Corso Principe Amedeo di Savoia 28 Caltagirone - Catania
Depositario della millenaria tradizione ceramica di Caltagirone, Morales si definisce un curioso sperimentatore delle arti visive. A soli cinque anni aveva già “le mani in pasta” ed esprimeva la sua creatività in forme e colori. Oggi ha un suo laboratorio nel centro storico della cittadina siciliana dove dà forma a vasi, lucerne, piatti e oggetti d'arte sacra. Nel negozio annesso sono esposti sia i tipici vasi antropomorfi della tradizione calatina che sue interpretazioni d'avanguardia, oltre alle riproduzioni di protomaioliche del XIII secolo. Ogni creazione è espressione di lavoro manuale ed intellettuale, di sentimento e di emozioni. Apprezzato da designer italiani e stranieri, ha collaborato in particolar modo con l'architetto Ugo La Pietra, con il quale sono nate splendide collezioni. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi

Claudia Frignani

Via Maroncelli 12 Milano Milano - Milano
Claudia Frignani ha fondato Wunderkammer Studio nel 1993, collaborando a lungo con i suoi fratelli Nicola e Mattia. Con loro ha portato avanti un'intensa attività di sperimentazione con svariati materiali, ma da qualche anno la sua grande passione è la ceramica. Nella casa-laboratorio di Milano realizza pezzi unici dalle linee e dai colori rubati alla natura, che rielabora attraverso una personale ricerca estetica. Lavorando a mano blocchi di argilla cruda, dà forma a splendidi vasi che arricchisce con scaglie, foglie e nervature, delineando textures tridimensionali. Dopo una lenta essiccazione e una decina di giorni di cottura, i vasi sono pronti per essere smaltati e cotti per l'ultima volta. Un lento processo creativo che parte da un materiale povero per ottenere un oggetto prezioso, in un raffinato equilibrio tra arte e design.

leggi

Stefania Santone

Via Roma, 76 Guardiagrele - Chieti
Stefania Santone è una ceramista abruzzese che da anni vive e lavora a Guardiagrele, nel cuore del Parco Nazionale della Majella. La bellezza del luogo che la circonda è una ricca fonte di ispirazione per il suo lavoro. La sua originalità è il risultato del connubio tra la tradizione abruzzese e la sua creatività, che esprime attraverso opere dai colori vivaci. Nel 2008 organizza la sua prima mostra personale dal titolo “Dalla terra al sogno”. Anche la sua seconda personale “I colori della terra” è stata dedicata al suo territorio ed entrambe hanno avuto un notevole successo di critica e di pubblico. Grazie alle sue doti artistiche, nel 2006 si è aggiudicata il primo premio al concorso biennale a tema della Mostra dell'Artigianato Artistico Abruzzese.

leggi

Sofia Morelato

Via Carlo Vidua, 28 Torino - Torino
Sofia Morelato ha studiato arte orafa presso la Scuola d'Arte e Mestieri di Vicenza e l'Istituto d'Arte Castelmassa; successivamente ha conseguito la laurea in Design del Gioiello e dell'Accessorio all'Istituto Europeo di Design di Torino. Sotto il suo marchio, SofiaM., realizza gioielli tramite tecniche orafe tradizionali, impiegando metalli preziosi e pietre preziose o semipreziose. Dalla sua esperienza, o dal disegno dei suoi clienti, nascono creazioni originali e innovative nelle forme, grazie a un'accurata ricerca di design unita alla tradizione orafa artigiana.

leggi

Di Giacomo 1870

Via Boezio, 37 Roma - Roma
Già nel 1870 la famiglia di Giacomo realizzava preziosi orologi incisi a mano, decorati con smalti e pietre preziose. Oggi Di Giacomo 1870 è uno studio di oreficeria riconosciuto in tutto il mondo, che collabora con importanti firme dell'alta gioielleria nella creazione di prodotti e nel restauro di opere d'arte antiche. Ogni gioiello viene ideato e realizzato interamente nei laboratori romani. La produzione è versatile e all'avanguardia ed è in grado di adattarsi ai disegni e alle esigenze di ogni committenza. Il Maestro Corrado di Giacomo, ultimo erede di questa preziosa tradizione, è Camerlengo dell'Università e Nobil Collegio degli Orefici di Roma, la più antica istituzione del settore al mondo: le sue origini risalgono agli inizi del XV secolo.

leggi

BottegaNove

BottegaNove realizza mosaici decorati in ceramica e porcellana. Abbiamo incontrato Christian Pegoraro, terza generazione di maestri ceramisti, che ha saputo interpretare in chiave innovativa l’antica tradizione della lavorazione ceramica. Qual è la storia di BottegaNove? Come è iniziata la vostra attività? BottegaNove nasce a fine 2013 con l'intenzione di produrre mosaici decorati in ceramica e porcellana con lavorazioni derivate dalla ceramica artistica. Sono cresciuto a Nove in mezzo alle ceramiche, mio nonno ha aperto la sua manifattura artistica nel 1964, portata avanti poi da mio padre e oggi da me insieme ad un altro socio. Negli anni abbiamo collaborato con alcune importanti aziende del settore del rivestimento realizzando per loro decorazioni particolari caratterizzate da una elevata manualità e da un'alta artigianalità. Grazie a questa esperienza sul campo e al saper fare della tradizione di Nove, ho deciso di intraprendere un percorso individuale di produzione di mosaici decidendo fin da subito di approcciare la materia in modo nuovo grazie alla collaborazione con persone esterne alla produzione e capaci di lavorare con le idee e la creatività in campi trasversali, come l'architetto Cristina Celestino. Che tipo di prodotti realizzate? Realizziamo principalmente mosaici decorati da rivestimento in ceramica e porcellana. Lavoriamo anche nel campo della ceramica artistica, soprattutto con produzioni “tradizionali”, ma stiamo ora lavorando ad una contaminazione tra produzione da rivestimento (bidimensionale) e produzione in ceramica artistica, per arrivare anche in questo campo, a risultati inediti e di ricerca. Ci consideriamo un'isola felice nel panorama del mosaico e delle piastrelle in genere: siamo tra i pochi a portare avanti una tradizione di produzione e di decorazione manuale delle singole tessere a fronte di un panorama standardizzato e anonimo nel settore del rivestimento. La collezione Plumage rappresenta la sintesi del nostro saper fare e della ricerca e della visione creativa di Cristina Celestino. Per questo progetto sono stati creati degli stampi ad hoc che danno forma a tessere tridimensionali e con nervature in bassorilievo. Il progetto è declinato sia in porcellana (con impasto 100% Limoges) che in ceramica. La porcellana viene tinta in pasta, mentre le tessere in ceramica possono essere o monocromatiche (con o senza lustri cangianti) o decorate manualmente. Il mondo di riferimento è quello del piumaggio degli uccelli: la varietà è data sia dalla colorazione delle piume che dalle molteplici composizioni che si possono ottenere con queste. Così i punti forti della nostra manifattura sono esaltati da questo progetto che ci permette, all'interno di un unico tema, di spaziare in un gamma infinita di decorazioni, anche custom, e ancora di ottenere i risultati più svariati componendo diversi tipi di tessere (come abbiamo fatto nei pannelli che mostreremo al Fuorisalone). Le vibrazioni sia cromatiche che materiche date dalle tessere fanno di questo progetto versatile e ricco un vero progetto di interior design.

leggi

BottegaNove

Via Molini, 88 Nove - Vicenza
Dalla visione moderna di Christian Pegoraro è nata nel 2013 BottegaNove, un'azienda specializzata nella realizzazione di mosaici in ceramica e porcellana. Recuperando una tecnica antica tipica della zona di Nove, risalente al XVIII secolo, ha saputo innovarla grazie al suo approccio progettuale svincolato e dinamico. Cristina Celestino è la designer, divenuta art director dell'azienda, che ha saputo trasformare la tessera in un nuovo concetto di rivestimento e ha portato il mondo naturale nell'ambiente domestico. Dalla sua creatività sono nate le collezioni Plumage, ispirata al piumaggio degli uccelli, e Rose, dedicata alle donne artigiane di Nove. Boiserie artistiche, mosaici in ceramica ed eleganti texture, decorate con preziosi lustri cangianti e lamine d'oro, trasformano gli ambienti creando scenari contemporanei ricchi di storia e significato. Credit photo: Matteo Balsamini

leggi

Paolo Penko

Via Ferdinando Zannetti, 14/16r Firenze - Firenze
Il Maestro Paolo Penko è uno dei migliori rappresentanti della tradizione orafa fiorentina. Insieme al figlio e alla moglie Beatrice, esperta in gemmologia, lavora nella sua bottega a pochi passi dal Duomo. Ogni gioiello è unico, ha origine da un'idea e si trasforma in disegno, per poi prendere vita attraverso l'impiego di antiche tecniche di lavorazione: ogni processo è eseguito completamente a mano. Stupende opere in oro e argento, le cui forme rievocano architetture e dipinti del patrimonio storico-culturale di Firenze, rivelando al contempo il loro fascino moderno. Particolarmente affascinanti sono i Florentia Charms: bracciali e collane che si possono personalizzare con l'aggiunta di piccoli ciondoli dai simboli suggestivi, i “charms”, che il negozio propone in due collezioni, i “Penkini” e gli “Arti e mestieri”.

leggi

Nerdi

Vicolo Marzio, 2 Firenze - Firenze
Nella Casa dell'Orafo di Firenze vicino a Ponte Vecchio, dove la famiglia Medici volle riunire i migliori orafi fiorentini, ha sede dal 1948 il laboratorio Nerdi. Un ambiente semplice e autentico, che è rimasto invariato nel tempo. Qui gioielli, stemmi araldici e simboli nobiliari vengono realizzati, restaurati e lavorati con tecniche antiche, per essere rinnovati e personalizzati su commissione dei clienti. Questi oggetti in oro, argento e pietre preziose nascono dalla creatività e dalla passione di artigiani che da secoli tramandano questa preziosa eredità artigiana, fin dall'età rinascimentale. Un patrimonio che affascina e si rinnova continuamente.

leggi

Filistrucchi

Via Giuseppe Verdi, 9 Firenze - Firenze
Filistrucchi è una storica bottega artigiana, la più antica di Firenze. La sua nascita risale al 1720, quando la parrucca era un accessorio in voga tra i nobili, per assecondare le crescenti esigenze sceniche del teatro. Trucchi, parrucche, barbe, baffi e toupet vengono realizzati su misura, lavorando capelli naturali e impiegando tecniche sia tradizionali che moderne. Da questa bottega sono passati i migliori artisti del mondo e ancora oggi Filistrucchi lavora dietro le quinte dei più importanti teatri italiani e stranieri: il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Comunale di Firenze e di Bologna, La Fenice di Venezia, lo Stabile di Genova, il Metropolitan di New York, l'Opera di Boston... Inoltre, collabora da anni con il mondo del cinema e della televisione alla realizzazione di numerosi film e documentari.

leggi

Virgilio Gioielli

viale gran sasso 10 Milano - Milano
La tradizione della famiglia Virgilio nasce nel 1930, quando Eduardo Virgilio aprì il suo primo laboratorio di gioielleria a Napoli. Oggi Roberto Virgilio rappresenta la terza generazione dell'azienda e, dopo essersi formato all'estero come suo padre e suo nonno, tramanda il patrimonio unico di artigianalità che ha ereditato. Con più di 30 anni di esperienza nel settore, egli realizza nel suo laboratorio linee di gioielli seguendo ogni singola fase della produzione: dal disegno alla creazione del modello in cera, dalla fusione all'incastonatura. La qualità della manodopera e delle pietre preziose utilizzate consente all'azienda di distinguersi come esempio di eccellenza made in Italy.

leggi

CUT Carlo Cazzaniga

Via Calabria, 15 Milano - Milano
Carlo Cazzaniga, classe 1964, è artigiano di formazione. Inizia lavorando vetro e metalli, ma finisce per appassionarsi alle essenze del legno. Ispirato a uno stile pop nostalgico, il suo lavoro si compone di una serie di tavole realizzate con la tecnica del traforo, in cui la progettazione grafica è la vera protagonista. Con la sua creatività riesce a rappresentare baffi, occhiali e acconciature attraverso segni semplici ed essenziali, immediatamente riconoscibili e riconducibili a personaggi della cultura popolare mediatica. Il risultato, in realtà, è un paradosso provocatorio: dietro un'estetica narrativa leggera e quasi decorativa, si cela la denuncia della società contemporanea, ossessionata dalla venerazione dei suoi falsi miti. Nella collezione Abrazo Futbolero, impiegando la stessa tecnica espressiva, mette uno di fianco all'altro giocatori di calcio famosi di diverse squadre, diverse nazionalità e diverso colore di pelle, componendo un abbraccio mondiale che invoca un'idea più pura di sport, inteso prima di tutto come gioco, momento di incontro e condivisione di emozioni. Dal 2008 Carlo Cazzaniga elabora contenuti editoriali per riviste di settore, come Daily Lab del Sole24Ore e D'A rivista d'artigianato, e blog tematici come Artigianeide.

leggi

Egidio Milesi

Via Baldassare Longhena 3/a Milano - Milano
Egidio Milesi è un ceramista estremamente creativo e versatile. Al tornio, a lastra, a colaggio, a colombino, sono solo alcune tra le tante tecniche che impiega per modellare la ceramica, che sia terracotta, maiolica, grés o porcellana. Nella sua bottega collabora con abituali clienti, ma anche con numerosi architetti e designer, disegnando e realizzando una gran varietà di oggetti: dai piatti ai vasi, dalle bottiglie alle cornici, dalle ciotole ai centrotavola. Dopo averli plasmati, li rifinisce applicando invetratura, engobbio, pennellate di colore oppure semplice biscottatura. Photo credit: Dario Garofalo

leggi

Sedelmayer

Via Carducci 25 Milano - Milano
A Milano è il laboratorio di ceramiche di più antica tradizione. Aperto negli anni Cinquanta dalla signora Linuccia, l'attività è portata avanti oggi dai figli Rossana e Maurizio. Dalle loro mani vengono creati magnifici decori su piatti, tazze, vasi per lampade e ogni forma di porcellana, partendo da modelli già esistenti o disegnati appositamente per i clienti. Entrando nell'atelier, i clienti possono scegliere tra pile di porcellane ammonticchiate sul pavimento per essere impreziosite dai Sedelmayer o per essere portate a casa da chi si diletta a decorare gli oggetti personalmente. Su richiesta è anche possibile riprodurre al campione pezzi perduti di un servizio di famiglia. Photo credit: Dario Garofalo

leggi

Angelo Sciannella

Corso Italia, 207 Cabras - Oristano
Angelo Sciannella nasce a Castelli, in Abruzzo, importante e antico centro ceramico dove cresce e si forma come ceramista. Nel 1962 si trasferisce in Sardegna vicino a Oristano, dove combina le tradizioni locali con la propria cultura tecnica d'origine. Nel suo laboratorio realizza manufatti d'uso e opere scultoree in cui modernità e tradizione si uniscono armoniosamente. Dall'abilità tecnica e dalla profonda conoscenza dei materiali nascono creazioni espressive dal gusto raffinato, che gli hanno consentito di ricevere importanti riconoscimenti. Da decenni collabora con l’Istituto Statale d’Arte di Oristano, in qualità di docente del corso di progettazione ceramica. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi

Judith Sotriffer

Via Pedetliva, 18 Ortisei - Bolzano/Bozen
Judith Sotriffer è un'artigiana che crea bambole in legno. La realizzazione di giocattoli lignei è una tradizione della Val Gardena, nel Sud Tirolo, risalente al Settecento e quasi scomparsa dal 1930. Si dice che ogni famiglia fosse specializzata in un gioco, ma lei è l'unica ad aver recuperato la manifattura di bambole. Partendo da un disegno, è in grado di scavare e modellare da blocchi di legno magnifiche figure sorridenti, grandi un metro o un solo centimetro, la cui forte espressività è frutto di molte ore di lavorazione e cura dei dettagli. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi

La Bottega dei Mascareri

San Polo, 80 (Ponte di Rialto) Venezia - Venezia
Ai piedi del Ponte di Rialto a Venezia si trova la bottega dei fratelli Sergio e Massimo Boldrin, in cui si creano magnifiche maschere dal 1984. I manufatti sono realizzati in cartapesta e rappresentano personaggi classici della Commedia dell'arte, riprendono forme di Luna e Sole oppure figure medievali e fantastiche come giullari e folletti. I Mascareri lavorano su commissione in diversi ambiti tra cui il teatro, il cinema, la moda e, ovviamente, per il Carnevale di Venezia. Le loro opere fanno parte di numerose esposizioni in Italia e all'estero e la loro magica bottega è visitata da collezionisti e curiosi da tutto il mondo. Photo credit: Dario Garofalo – www.italia-sumisura.it

leggi