Marcon

Davide Marcon e suo padre Edoardo sono due abili maestri artigiani, specializzati nelle decorazioni trompe-l’oeil.
Ogni loro opera è unica in quanto realizzata su misura e ispirata dalla fantasia del momento. Insieme si occupano di ogni fase del progetto, dal bozzetto alla rifinitura, con competenza e professionalità.
La continua innovazione nell’uso delle tecniche e la scelta esclusiva di materiali di prima qualità, uniti all’incessante ricerca di spunti originali, li ha portati ad ampliare col tempo il campo delle loro espressioni creative: affreschi, sculture, decorazioni e rivestimenti in foglia d’oro rappresentano solo alcune delle loro specializzazioni.
Il loro lavoro è molto apprezzato, sia in Italia che all’estero, per la capacità di valorizzare al meglio gli spazi abitativi pubblici e privati, donando loro nuova bellezza.

Pitti Mosaici

La tradizione artistica della famiglia de Filippi ha origine nel XIX secolo. Nonno Emilio I si specializzò a Parigi nella scultura del marmo e suo figlio Ernesto portò avanti l’attività nell’ambito dell’architettura monumentale, religiosa e residenziale. Il nipote Emilio II, detto Ilio, si trasferì a Firenze per studiare la tecnica delle “Pietre Dure” e questo, insieme al saper fare ereditato dalla famiglia, gli ha permesso di esprimere la sua versatile creatività nella gioielleria, nel mosaico artistico, nell’architettura e nel design.
Oggi lo studio d’arte Pitti Mosaici realizza interi progetti residenziali su misura in tutto il mondo, rievocando le atmosfere e lo stile del Rinascimento. Con la stessa competenza e passione, gli artisti del laboratorio danno vita a mosaici in commesso fiorentino che colpiscono per la loro bellezza.

Studio Forme

Lo Studio Forme è stato fondato a Roma nel 1973 da Giorgio Funaro e Rita Rivelli. Al suo interno convivono sia l’attività produttiva sia quella conservativa e di restauro. La formazione culturale, la conoscenza delle tecniche storiche e la continua sperimentazione sono alla base del loro lavoro.
Il laboratorio si avvale dell’esperienza decennale di operatori interni e di collaboratori esterni di alto livello, tecnici specializzati e ricercatori.
Con il passare del tempo sono state raccolte le competenze necessarie per affiancare al restauro la produzione artistica di manufatti in ceramica e vetro, grazie anche al coinvolgimento di artisti eccellenti di fama internazionale.
Inoltre lo Studio fa largo uso di strumenti multimediali per presentare i progetti culturali inerenti i “mestieri” di cui si occupa. A questo proposito, il progetto “Enciclopedia multimediale delle Arti e Mestieri” ha ricevuto nel 1996 il Premio Pirelli per la diffusione delle Scienze.

Lorenzo Perrone – LibriBianchi

Nato a Milano, Lorenzo Perrone si forma in ambito artistico presso la Scuola del Libro della Società Umanitaria e la Scuola di Pittura del Castello Sforzesco, per poi trasferirsi a New York dove per oltre dieci anni lavora nel campo della grafica, della comunicazione e del cinema.
Artista poliedrico e assiduo ricercatore, dal 2000 inizia la sua sperimentazione di maggior successo, i LibriBianchi.
I LibriBianchi sono libri veri sui quali infierisce con acqua, gesso, pittura acrilica bianca e altri materiali, spogliandoli del loro contenuto e trasformando il libro in scultura.
Dal 2015, affiancato dall’inseparabile Simona, moglie e collaboratrice, Lorenzo amplia la sua produzione includendo opere in bronzo patinato bianco e grandi installazioni.
L’artista vive e lavora a Milano e collabora con biblioteche, librerie e partecipa a manifestazioni in cui la scrittura, la cultura e i libri sono sostenuti. I suoi lavori sono esposti in diverse gallerie d’arte in Italia e all’estero.

Azzardo Art Factory

Pur avendo alle spalle 27 anni di attività artistica, Pippo Basile ama definirsi “artigiano”, parola che coglie il bisogno profondo e diffuso di tornare a qualcosa di più umano, a un mondo di oggetti fatti con le mani. Nel suo laboratorio Azzardo Art Factory, partendo da spessi blocchi di multistrato realizza complementi d’arredo unici, in particolare splendide cornici più simili a sculture che a oggetti d’uso comune, tagliando, scavando e combinando diversi materiali, fino a ottenere forme e superfici sorprendenti. Dalle collaborazioni con vari artisti hanno origine pezzi d’arredo inimitabili, come le porte e le librerie ispirate ai quadri di Mimmo Rotella.

Fedeli Restauri

Cresciuto nella bottega del padre Luigi e del nonno Fedele, Andrea si forma con Otello Caprara e Leonetto Tintori e collabora con i due restauratori agli Uffizi Gaetano Lo Vullo e Vittorio Granchi.
Terza generazione di una famiglia di restauratori, si occupa di conservazione, restauro e valorizzazione di beni culturali, svolgendo anche attività di consulenza e progettazione tecnica per il restauro. Con un’equipe specializzata, in 2000 mq di spazi attrezzati, ha realizzato innumerevoli interventi per le Soprintendenze, i Comuni, le Regioni, le Province, la committenza ecclesiastica, i musei, le collezioni private.
Nel Giugno 2010 il laboratorio di Andrea Fedeli partecipa all’Expo di Shanghai 2010 in quanto Eccellenza del restauro in Italia, e agli scambi culturali organizzati da CNA e Artex, tenendo conferenze sul Restauro e sull’artigianato artistico a Santiago di Compostela (Spagna) e a Parigi. L’atelier ha ospitato tirocinanti dalla Sorbona di Parigi, California University, New York University, Università di Siviglia e molte altre.
Nel corso degli oltre 48 anni di carriera Fedeli ha tenuto convegni e conferenze relativi alle problematiche del restauro e della conservazione di beni culturali ed è stato membro di commissioni specialistiche del settore. Il suo lavoro è stato oggetto di numerosissime pubblicazioni.
Nel 2002 è stato insignito della Medaglia d’Oro e del Premio “Firenze Produttiva”, per aver contribuito alla valorizzazione dell’immagine di Firenze nel mondo, e nel giugno 2016 ha ricevuto il premio MAM-Maestro d’Arte e Mestiere.
Oltre all’attività di restauro, l’atelier Fedeli progetta e realizza mobili e arredi in stile antico oppure moderno, utilizzando le antiche tecniche tramandate dai maestri del passato, e in particolare la tecnica della tarsia, dell’intaglio, della doratura e del commesso marmoreo. Di particolare successo sono state le collezioni moderne realizzate insieme ai grandi designer Ettore Sottsass junior e Alessandro Mendini.

Isabella Villafranca Soissons

Isabella Villafranca Soissons, laureata al Politecnico di Torino in Restauro architettonico e diplomata Restauratore a Firenze, è Direttore del Dipartimento di Conservazione e Restauro di Open Care, azienda di servizi integrati per l’arte nata nel 2003, con sede a Milano presso lo storico complesso dei Frigoriferi Milanesi.
Insegna in vari master, accademie e corsi di aggiornamento per università ed enti formativi; partecipa in qualità di relatrice a conferenze e convegni dedicati alla conservazione in Italia e all’estero. È vicepresidente del comitato scientifico per i corsi “La plastica nell’Arte e per l’Arte” della Fondazione Plart di Napoli.
Il Dipartimento di Conservazione e Restauro di Open Care – Servizi per l’Arte presieduto da Isabella Villafranca Soissons, comprende cinque laboratori specializzati nella manutenzione ordinaria, straordinaria e nel restauro di dipinti, affreschi, opere d’arte antica, moderna e contemporanea, arredi lignei, arazzi, tessili antichi e tappeti, supportati da un laboratorio di diagnostica.
Il Dipartimento si occupa di collezioni private oltre che istituzionali di banche, musei e fondazioni.

Stefano Puzzo

La famiglia Puzzo lavora nel settore della ceramica da più di 50 anni.
Ogni pezzo è modellato, cotto, rifinito e colorato a mano. Producono diversi tipi di ceramiche a stampo, pezzi unici, stampi in gesso, lavori al tornio e sculture in argilla.
Il loro laboratorio si trova nella zona di Dergano a Milano. Qui artisti e designer vengono a realizzare le loro opere, affidandosi alle loro mani e alla loro esperienza, ma ci sono anche creazioni originali, come le famose “pedine da calcio”, create dal figlio Stefano, ormai apprezzate anche all’estero. Ogni giocatore è un pezzo unico, creato e rifinito ad hoc in base all’estro e alla fantasia dell’artista.

Gipsoteca Fumagalli e Dossi

La gipsoteca Fumagalli & Dossi ha una storia antica e illustre. Nel 1927, alla chiusura della famosa gipsoteca Vallardi, due formatori milanesi, Gariboldi e Bertolazzi, già dipendenti della ditta, acquisiscono parte della vasta collezione di calchi, costituendo così una propria gipsoteca. Da allora la bottega di Viale Montello 4 a Milano ha attraversato il secolo, passando dai due fondatori ai rispettivi figli e quindi agli allievi di questi cresciuti in bottega, Agostino Fumagalli e Mario Dossi. I due soci vengono successivamente affiancati da Roberto Fumagalli.
Oggi Fumagalli & Dossi fornisce calchi in gesso per le scuole a indirizzo artistico su tutto il territorio nazionale e nei suoi laboratori di Milano e Mezzago si eseguono, oltre alla modellatura e alla formatura, anche la finitura dei calchi, i calchi sul vero e il restauro. Il laboratorio è specializzato inoltre nella relizzazione di fregi ed elementi decorativi.

Fonderia Battaglia

Fonderia Battaglia nasce a Milano nel 1913, dietro al Cimitero Monumentale, incaricandosi di portare avanti una tradizione millenaria. La tecnica della fusione in bronzo a cera persa si mantiene in vita ancora oggi con lo stesso entusiasmo, disciplina e cura di sempre, rinnovandosi ogni giorno grazie alla collaborazione con artisti provenienti da tutto il mondo, affamati della precisione e atmosfera che ritrovano nelle mani esperte degli artigiani.