Evento Wellmade
BIO

Da sempre appassionata di arte e artigianato, Elena Agosti inizia la sua carriera professionale al Museo Casabianca di Malo, una collezione privata di grafiche d’arte, comprendente opere dagli anni Sessanta agli anni Novanta. Dal 2008 lavora a ViArt, Centro Espositivo dell’Artigianato Artistico Vicentino e nel 2011 ne diventa direttrice artistica e portavoce per la Carta Internazionale dell’Artigianato Artistico.

La sua formazione si concentra sulla storia e l’evoluzione delle tecniche dei mestieri d’arte e il loro legame con i territori di appartenenza. Collabora con musei ed enti per l’allestimento di mostre e la pubblicazione di cataloghi. Dal 2017 è stata conservatore del Museo Civico della Ceramica di Nove, dopo una lunga collaborazione con il Comune e il comitato organizzatore dell’annuale Festa della ceramica “Portoni Aperti”. Sempre nel 2017 vince la prima borsa di ricerca della Fondazione Università Ca’ Foscari di Venezia, focalizzando la sua attenzione sulla promozione della manifattura veneta attraverso l’arte contemporanea e le nuove tecnologie e la valorizzazione dell’heritage e dei musei d’impresa. Oltre a questo segue alcuni progetti speciali legati alla promozione dell’Artigianato Artistico per Confartigianato Udine e CNA Vicenza.

Nell’ambito della formazione coordina il progetto “CerTA, Ceramica Territorio Artigianato” del Liceo Artistico di Nove, e dirige un progetto di potenziamento all’educazione al patrimonio culturale, artistico e paesaggistico per le scuole primarie. Attualmente è direttrice della Casa Museo Villa Lattes ad Istrana (Treviso).

Udine

Legatoria Moderna

Passione ed eccellenza

Entrare in bottega da Eva è sempre un viaggio diverso, sono i libri, la sua passione, a condurti. Può capitare di immergersi in erbari del ‘700 ...

Entrare in bottega da Eva è sempre un viaggio diverso, sono i libri, la sua passione, a condurti. Può capitare di immergersi in erbari del ‘700 come in libri recentissimi, sfogliati e risfogliati fino ad aver bisogno di una rilegatura. Si respira aria di passione, passione in chi consegna i propri tesori, e passione nelle mani di chi se ne prende amorevolmente cura. Eva si distingue per l’impegno assiduo e diligente nel praticare il suo mestiere, un lavoro di grande attenzione, sempre in stretta relazione con il committente. Il suo animo è vivo nella micro bottega come nel macro sistema, ed è per questo che negli anni è diventata capo categoria dell'Artigianato Artistico, il suo desiderio di eccellenza è dilagante e negli anni ha contribuito alla creazione di una fitta rete di relazioni tra gli artigiani del Friuli Venezia Giulia.

Spello

Luca Peppoloni

Forme sempre nuove

Luca sa leggere attraverso la materia, dialoga con essa e con i suoi clienti, attraverso la loro conoscenza e allo scavare condiviso nella loro ...

Luca sa leggere attraverso la materia, dialoga con essa e con i suoi clienti, attraverso la loro conoscenza e allo scavare condiviso nella loro memoria crea opere uniche e personalizzate. La sua sensibilità spazia tra l’amore per la natura e il rispetto della storia, e si esprime grazie alla sua manualità e creatività. L’Officina è giunta alla terza generazione, ognuno dei fabbri ha creato opere uniche secondo i gusti del tempo, rinnovando un’arte antica e trasformandola in un mestiere ancora in voga. Luca continua a “battere il ferro finché è caldo”, forgiando forme sempre nuove e dai complessi effetti cromatici.

Illasi

Atanor

L’archetipo dell’artigiano moderno

Alessandro e Leonardo sono l’archetipo dell’artigiano moderno, coniugano la sapiente conoscenza di tecniche antichissime al gusto contemporaneo, ...

Alessandro e Leonardo sono l’archetipo dell’artigiano moderno, coniugano la sapiente conoscenza di tecniche antichissime al gusto contemporaneo, ma senza dimenticare il fascino dell’eleganza antica. Il lavoro parte dalla scelta delle materie prime, la lavorazione manuale si avvale di pochissimi strumenti, il prodotto è sempre unico e personalizzato.

Castelverde

Vanni Donzelli

Un connubio di forze fisiche e materiche

Da sempre si occupa di scultura, sembra nato con della terra fra le mani, la sua formazione è sperimentale, utilizza diversi materiali e tecniche, ...

Da sempre si occupa di scultura, sembra nato con della terra fra le mani, la sua formazione è sperimentale, utilizza diversi materiali e tecniche, spingendosi poi alla ricerca di terre, i gres, non comuni nella tradizione italiana. Si costruisce i forni, cercando di scoprire la forza che trasforma la materia attraverso la cottura. Si ispira nei materiali all'oriente (smalti, gres e porcellane) e al nitore delle forme nord europee contemporanee, continuando la sua ricerca attraverso cotture spinte anche oltre i 1300°. Le sue sculture nascono da un connubio di forze fisiche e materiche. La superficie viene tornita, tagliata, graffiata, coperta di smalti o lasciata mat, ruvida e opaca. Le geometrie evocano forme antiche ma sono nella loro essenzialità forme pure della contemporaneità. La stessa passione viene applicata alla “semplice” tazzina come al pezzo unico, con una linea di design pulita ed elegante, e che potremmo definire materica per l'importanza e il rispetto dato al materiale di partenza.

Nove

Diego Poloniato

Sculture animate da un soffio

Poter entrare nel mondo di Diego è un'esperienza unica ed immersiva, in qualsiasi direzione in cui volgi lo sguardo ci sono mille occhioni di ...

Poter entrare nel mondo di Diego è un'esperienza unica ed immersiva, in qualsiasi direzione in cui volgi lo sguardo ci sono mille occhioni di fischietti zoomorfi ed antropomorfi che ti guardano, a volte t’innamori subito e sai che non potrai tornare a casa senza quel cuco, altre volte la scelta è ardua ed infiniti sono gli attimi per capire qual è il più bello! Le sue creazioni possono essere piccolissime e racchiudibili nel palmo della mano, fino ad opere gigantesche che a fatica escono dal laboratorio. Il file rouge è il suono, ognuna di loro può essere animata con il soffio, ognuna ha una sua tonalità differente dovuta alla dimensione e alla forma della cassa di risonanza, insomma tutti i cuchi e gli arcicuchi hanno una loro identità che si esprime non solo attraverso la forma e il colore, ma anche grazie al suono!

Vicenza

Daniela Vettori

Linee ispirate dalle forme inconsuete della natura

La bottega di Daniela e Margherita si trova proprio nel cuore di Vicenza, tra le serliane della grande opera che Andrea Palladio ha creato per ...

La bottega di Daniela e Margherita si trova proprio nel cuore di Vicenza, tra le serliane della grande opera che Andrea Palladio ha creato per Vicenza, trasformandola da città di tradizione romana a piazza del rinascimento. Ed è proprio qui, nel centro di arte e cultura, che troviamo creazioni artistiche in oro ed argento, linee ispirate dalle forme inconsuete delle pietre preziose e dagli echi della natura, un fascino unico che esprime la sua unicità nel tempo. La lavorazione in bottega è completa, dal modello in cera alla rifinitura finale, il gioiello non è visto solo come un ornamento ma come un simbolo che ci ricorda l’enorme forza che custodiamo; indossandolo entriamo in contatto profondo con la nostra interiorità.

Bassano del Grappa

Cristina Busnelli

Emozioni tattili e paesaggi surreali

Cristina è prima di tutto una grande artista: sarebbe riduttivo definire i suoi arazzi delle tessiture, essi sono composizioni cromatiche, sinfonie ...

Cristina è prima di tutto una grande artista: sarebbe riduttivo definire i suoi arazzi delle tessiture, essi sono composizioni cromatiche, sinfonie musicali, emozioni tattili, e a sfiorarli con i polpastrelli riconosci i diversi materiali utilizzati, gli intrecci della trama sull’ordito; sembra quasi di percepire i colori del filato come in un messaggio Braille, e poi, ritornando con lo sguardo, la realtà supera l’aspettativa e ci si lascia trasportare in questi paesaggi surreali. Cristina è una donna dolce e riservata, esprime il suo carisma attraverso il telaio e i più disparati materiali che le sue mani incontrano. Attraverso lei tutto può diventare arte.

Nove

BottegaNove

Una produzione rivoluzionaria

La visita a Botteganove offre un viaggio in un universo parallelo rispetto alle altre numerose manifatture ceramiche del territorio. Se da un lato ...

La visita a Botteganove offre un viaggio in un universo parallelo rispetto alle altre numerose manifatture ceramiche del territorio. Se da un lato troviamo la stessa operosità e scrupolosa manualità, dall’altro incontriamo una produzione totalmente nuova e rivoluzionaria rispetto alla tradizione. Nei secoli Nove è stata famosa per le stoviglie, evolvendo la sua produzione a fine ‘800 con opere monumentali neoroccò; la lavorazione è sempre stata di altissimo livello, ma mai legata all’arte musiva o del rivestimento. Christian ha avuto l’intuizione e la capacità di trasformare il genius loci del territorio in qualcosa di ancor più pregiato ed unico, le sue linee sono caratterizzate da armonia cromatica e forme eleganti, la preziosità del piccolo dettaglio si moltiplica nell’affiancarsi delle forme creando superfici di grande equilibrio formale e luminosità.

Nove

Barettoni

Il fascino di una storia prestigiosa

La Barettoni è tra le più antiche manifatture ceramiche italiane. Fu fondata tra il XVII ed il XVIII secolo dai nobili Antonibon, la Repubblica di ...

La Barettoni è tra le più antiche manifatture ceramiche italiane. Fu fondata tra il XVII ed il XVIII secolo dai nobili Antonibon, la Repubblica di Venezia garantì loro privilegi e riconoscimenti per proteggere e favorire l’attività. Ancor oggi sono visibili gli ambienti di lavoro e l’antica fornace circolare, impossibile non rimanere colpiti dal fascino della loro lunga e prestigiosa storia. Dal 1907 la famiglia Barettoni, avvalendosi della collaborazione di diversi artisti, rese fertile e fantasiosa la nuova produzione con un importante slancio innovativo, pur sempre affiancato dalle intramontabili forme classiche. L’attuale produzione, oltre alla possibilità di attingere tra gli antichi e prestigiosi modelli di cui conservano gli stampi, offre una vastissima gamma di oggetti per la tavola, articoli da regalo e per l’arredamento. Le forme sono spesso ispirate alla natura e ad ambienti marini, con particolare attenzione all’effetto cromatico, all’armonia delle forme e a una curatissima esecuzione.

Sandrigo

Anna Viero

Una qualità che si tocca con mano

La qualità artigianale di Anna Viero si può letteralmente toccare con mano, in primis per la morbidezza del cashmere purissimo, la pregiatissima ...

La qualità artigianale di Anna Viero si può letteralmente toccare con mano, in primis per la morbidezza del cashmere purissimo, la pregiatissima vicuña, e poi la seta, e la seta combinata all’acciaio, ma anche il lino e la carta tessile, mentre il cashmere si sposa all’oro, donandogli lucentezza e preziosità. Le sue creazioni spiccano per le linee morbide ispirate all’arte classica e per il delicato cromatismo. L'accurata lavorazione degli abiti offre la più alta gamma di servizi su misura, con la possibilità di realizzare capi personalizzati ed esclusivi.