Evento Wellmade
BIO

Elena Agosti began her professional career at the Museo Casabianca in Malo, a private collection of prints that span from the 1960s to the 1990s. Since 2008 she has been working at ViArt, Centro Espositivo dell’Artigianato Artistico Vicentino, and in 2011 she became its artistic director and mouthpiece for the International Charter of Artistic Craftsmanship.
During her studies and work experience she has focused on the history and evolution of arts and crafts, and their bond with the local context and community. She organises exhibitions and curates catalogues for different museums and institutions. After a long collaboration with the City Hall and the responsible Committee for the organisation of “Portoni Aperti”, an important event dedicated to ceramics, she became Conservator of the Museo Civico della Ceramica of Nove in 2017. In the same year she received a research scholarship from the Fondazione Università Ca’ Foscari of Venice, thus focusing her work and effort on the promotion of Venetian craftsmanship through contemporary art and new technologies, as well as on the enhancement of the heritage of company museums.
Furthermore, she develops special projects related to the promotion of artistic craftsmanship for Confartigianato Udine and CNA Vicenza.
She also manages the project “CerTA, Ceramica Territorio Artigianato” within the Liceo Artistico di Nove, as well as other projects focused on the importance and enhancement of the cultural and landscape heritage in the educational field. She is currently the director of Casa Museo Villa Lattes in Istriana.

BottegaNove

Una produzione rivoluzionaria

La visita a Botteganove offre un viaggio in un universo parallelo rispetto alle altre numerose manifatture ceramiche del territorio. Se da un lato ...

La visita a Botteganove offre un viaggio in un universo parallelo rispetto alle altre numerose manifatture ceramiche del territorio. Se da un lato troviamo la stessa operosità e scrupolosa manualità, dall’altro incontriamo una produzione totalmente nuova e rivoluzionaria rispetto alla tradizione. Nei secoli Nove è stata famosa per le stoviglie, evolvendo la sua produzione a fine ‘800 con opere monumentali neoroccò; la lavorazione è sempre stata di altissimo livello, ma mai legata all’arte musiva o del rivestimento. Christian ha avuto l’intuizione e la capacità di trasformare il genius loci del territorio in qualcosa di ancor più pregiato ed unico, le sue linee sono caratterizzate da armonia cromatica e forme eleganti, la preziosità del piccolo dettaglio si moltiplica nell’affiancarsi delle forme creando superfici di grande equilibrio formale e luminosità.

Cristina Busnelli

Emozioni tattili e paesaggi surreali

Cristina è prima di tutto una grande artista: sarebbe riduttivo definire i suoi arazzi delle tessiture, essi sono composizioni cromatiche, sinfonie ...

Cristina è prima di tutto una grande artista: sarebbe riduttivo definire i suoi arazzi delle tessiture, essi sono composizioni cromatiche, sinfonie musicali, emozioni tattili, e a sfiorarli con i polpastrelli riconosci i diversi materiali utilizzati, gli intrecci della trama sull’ordito; sembra quasi di percepire i colori del filato come in un messaggio Braille, e poi, ritornando con lo sguardo, la realtà supera l’aspettativa e ci si lascia trasportare in questi paesaggi surreali. Cristina è una donna dolce e riservata, esprime il suo carisma attraverso il telaio e i più disparati materiali che le sue mani incontrano. Attraverso lei tutto può diventare arte.

Barettoni


Il fascino di una storia prestigiosa

La Barettoni è tra le più antiche manifatture ceramiche italiane. Fu fondata tra il XVII ed il XVIII secolo dai nobili Antonibon, la Repubblica di ...

La Barettoni è tra le più antiche manifatture ceramiche italiane. Fu fondata tra il XVII ed il XVIII secolo dai nobili Antonibon, la Repubblica di Venezia garantì loro privilegi e riconoscimenti per proteggere e favorire l’attività. Ancor oggi sono visibili gli ambienti di lavoro e l’antica fornace circolare, impossibile non rimanere colpiti dal fascino della loro lunga e prestigiosa storia. Dal 1907 la famiglia Barettoni, avvalendosi della collaborazione di diversi artisti, rese fertile e fantasiosa la nuova produzione con un importante slancio innovativo, pur sempre affiancato dalle intramontabili forme classiche. L’attuale produzione, oltre alla possibilità di attingere tra gli antichi e prestigiosi modelli di cui conservano gli stampi, offre una vastissima gamma di oggetti per la tavola, articoli da regalo e per l’arredamento. Le forme sono spesso ispirate alla natura e ad ambienti marini, con particolare attenzione all’effetto cromatico, all’armonia delle forme e a una curatissima esecuzione.

Anna Viero

Una qualità che si tocca con mano

La qualità artigianale di Anna Viero si può letteralmente toccare con mano, in primis per la morbidezza del cashmere purissimo, la pregiatissima ...

La qualità artigianale di Anna Viero si può letteralmente toccare con mano, in primis per la morbidezza del cashmere purissimo, la pregiatissima vicuña, e poi la seta, e la seta combinata all’acciaio, ma anche il lino e la carta tessile, mentre il cashmere si sposa all’oro, donandogli lucentezza e preziosità. Le sue creazioni spiccano per le linee morbide ispirate all’arte classica e per il delicato cromatismo. L'accurata lavorazione degli abiti offre la più alta gamma di servizi su misura, con la possibilità di realizzare capi personalizzati ed esclusivi.

Vicenza

Daniela Vettori

Linee ispirate dalle forme inconsuete della natura

La bottega di Daniela e Margherita si trova proprio nel cuore di Vicenza, tra le serliane della grande opera che Andrea Palladio ha creato per ...

La bottega di Daniela e Margherita si trova proprio nel cuore di Vicenza, tra le serliane della grande opera che Andrea Palladio ha creato per Vicenza, trasformandola da città di tradizione romana a piazza del rinascimento. Ed è proprio qui, nel centro di arte e cultura, che troviamo creazioni artistiche in oro ed argento, linee ispirate dalle forme inconsuete delle pietre preziose e dagli echi della natura, un fascino unico che esprime la sua unicità nel tempo. La lavorazione in bottega è completa, dal modello in cera alla rifinitura finale, il gioiello non è visto solo come un ornamento ma come un simbolo che ci ricorda l’enorme forza che custodiamo; indossandolo entriamo in contatto profondo con la nostra interiorità.

Diego Poloniato

Sculture animate da un soffio

Poter entrare nel mondo di Diego è un'esperienza unica ed immersiva, in qualsiasi direzione in cui volgi lo sguardo ci sono mille occhioni di ...

Poter entrare nel mondo di Diego è un'esperienza unica ed immersiva, in qualsiasi direzione in cui volgi lo sguardo ci sono mille occhioni di fischietti zoomorfi ed antropomorfi che ti guardano, a volte t’innamori subito e sai che non potrai tornare a casa senza quel cuco, altre volte la scelta è ardua ed infiniti sono gli attimi per capire qual è il più bello! Le sue creazioni possono essere piccolissime e racchiudibili nel palmo della mano, fino ad opere gigantesche che a fatica escono dal laboratorio. Il file rouge è il suono, ognuna di loro può essere animata con il soffio, ognuna ha una sua tonalità differente dovuta alla dimensione e alla forma della cassa di risonanza, insomma tutti i cuchi e gli arcicuchi hanno una loro identità che si esprime non solo attraverso la forma e il colore, ma anche grazie al suono!